www.orvietocountry.it:
Agriturismo zwischen Toskana, Umbrien, Latium, im Herzen Mittelitaliens, ganz in der Nähe von Orvieto und dem Bolsenasee.



Acquapendente

Acquapendente è posto dieci chilometri a nord del Lago di Bolsena, presso la Riserva naturale Monte Rufeno che si trova sulla riva opposta del fiume Paglia. Deve il suo nome al fatto di essere situata nei pressi di numerose piccole cascatelle che confluiscono nel piccolo torrente Paglia, che segna il confine naturale tra Lazio e Toscana, sebbene il confine sia posto a qualche chilometro a nord del fiume.

Cenni Storici e Territorio
Il paese è stato storicamente per lungo tempo sotto il dominio di Siena, sebbene formalmente fosse stato lasciato in eredità alla chiesa dalla contessa Matilde di Canossa nel XII secolo. Nel XVI secolo il paese tornò sotto il dominio della chiesa e papa Gregorio XIII fece costruire un ponte sul torrente, i cui piloni costruiti dall'architetto Domenico Fontana sono ancora quelli che sostengono il ponte attuale.

Panorama Cittadino
Dalla valle formata dal torrente Paglia è possibile vedere in lontananza il Monte Amiata, che con i suoi 1738 m è la vetta più alta della Toscana meridionale.

Nella seconda metà del 1600, Acquapendente visse un periodo d'intenso sviluppo, dopo la distruzione del ducato di Castro avvenuta nel 1649. Papa Innocenzo X fece distruggere la città di Castro per ridurre l'importanza della famiglia Farnese nella parte settentrionale del Lazio e fece poi spostare ad Acquapendente la sede del vescovo di Castro. La nuova situazione fece aumentare l'importanza della cittadina all'interno dello Stato Pontificio.
Questo spiega anche il motivo per cui il papa commissionò ad Alessandro Algardi la realizzazione di una statua rappresentante il busto del papa e la fece mandare ad Acquapendente dove è ora conservata all'interno della cattedrale.


Da vedere


La Cripta del Santo Sepolcro

Nella cattedrale è conservata una pietra segnata con del sangue che si dice provenga dal Santo Sepolcro di Gerusalemme. La reliquia è conservata all'interno di una cripta di stile gotico molto interessante. La cattedrale è stata oggetto nel corso dei secoli di numerosi interventi di abbellimento; in particolare ci sono molte opere in terracotta dipinta.

Acquapendente nel medioevo era circondata da una cinta muraria della quale sfortunatamente non resta molto perché fu distrutta nei momenti di espansione della cittadina, resta comunque una delle torri principali, recentemente ristrutturata.La torra Julia de' Jacopo porta il nome della fanciulla che nel 1550 grazie alla sua prontezza di riflessi, impedì l'ingresso ai soldati nemici chiudendone la porta.

Torra Julia de' Jacopo

La Chiesa di San Francesco con il suo campanile

La chiesa di San Francesco è una chiesa precedente alla nascita del santo ed a lui dedicata successivamente. Il campanile è di epoca rinascimentale, ma il portale risale all'XI secolo. L'influenza degli artisti toscani è evidente nella decorazione a bugnato di Palazzo Viscontini, un bel palazzo rinascimentale con inusuali grandi finestre.


Il Palazzo Comunale

Veduta aerea piazza del Comune

I Pugnaloni: a metà Maggio in occasione della Festa della Madonna del Fiore vengono allestiti dei speciali "quadri" dipinti non da colori o vernici ma da tantissimi petali di fiori colorati che vengono "assemblati" con la tecnica del mosaico e messi in mostra per gli angoli della città ed in gara tra di loro.

Particolare di un Pugnalone


 

 

Agriturismo Valle del Tione - Località Canonica - Orvieto - Terni - Umbrien - Italia
Tel. 0761798742 - 3381496560 - email: info@orvietocountry.it P. iva: 01699510564